Aventino e Buco di Roma
Aventino e Buco di Roma

Una breve passeggiata dal Circo Massimo, dove gli Antichi Romani tenevano le loro corse con le Bighe partire dal 6 ° secolo A.C., si trova il Colle Aventino.
 
L'Aventino è un luogo incantevole che rimane tranquillo nonostante sia in pieno centro a Roma. L'Aventino offre arte, storia, natura, e una vista spettacolare, il tutto in maniera magnifica; è certamente un luogo che vale la pena visitare quando si visita Roma.
 
Il Buco di Roma
 
Il Buco di Roma è la sorpresa del Colle Aventino.
E' il primo posto nel quale mi reco quando passo da questo magnifico quartiere, anche perché sono ansiosa di condividere questa sorpresa con amici e parenti!
 
Mi spiego. Andando dal Circo Massimo per Via di Santa Sabina, alla fine della strada vi troverete in Piazza dei Cavalieri di Malta, a seconda del periodo dell'anno in cui vi trovate, si può immediatamente capire quanto c'è da attendere.
A volte si trovano solo a pochi, italiani e stranieri, in attesa del loro turno per dare una occhiata attraverso il buco della serratura di una grande porta di legno verde altrimenti ordinaria.
 
Io personalmente non sapevo cosa stavo facendo o cosa aspettarmi quando ho guardato attraverso il buco della serratura...
Quando si guarda attraverso il buco della serratura si vede la vista della Basilica di San Pietro in lontananza. La vista dal buco della serratura è stato progettato nel 1765 da Giovanni Battista Piranesi, un famoso architetto italiano.
Date un'occhiata e non vergognatevi di fare nuovamente la fila per un'altra occhiata!
 
I Cavalieri di Malta
 
La Piazza dei Cavalieri di Malta, prende il nome dai Cavalieri di Malta che possiedono la proprietà dall'altra parte della porta di legno verde. Si tratta di uno degli ultimi ordini rimanenti dei Cavalieri delle Crociate.
Così, quando si guarda attraverso il buco della serratura si sta in piedi sul territorio indipendente dei Cavalieri di Malta, guardando attraverso Roma (Italia) la Cupola di San Pietro in lontananza che si trova all'interno della Città del Vaticano!
 
Basilica di Santa Sabina
 
Tornando a piedi per Via di Santa Sabina dalla Piazza dei Cavalieri di Malta, si vedrà presto l'antica Basilica di Santa Sabina, le cui fondamenta sono state poste durante il regno di Papa Celestino 1° (422-432).
L'edificio è stato completato nel successivo decennio, e ha mantenuto il suo stile architettonico originario.
Da notare all'interno della Basilica di Santa Sabina sono le elaborate decorazioni parietali di marmo intarsiato e le colonne con i loro capitelli, che sono stati presi da un edificio del secondo secolo. Anche se si sono verificati molti cambiamenti, la dedica originale in latino dal 5° secolo rimane, come anche le belle porte in legno di cipresso, che raffigurano 18 pannelli intagliati che illustrano eventi biblici, tra cui una delle prime scene della crocifissione in esistenza.
Santa Sabina è aperto dalle 7:30-12:30 e dalle 3:30-17:30.
 
Giardino degli Aranci
 
Il Giardino degli Aranci si trova splendidamente alle spalle della Basilica di Santa Sabina. La leggenda dice che lo spagnolo San Domenico abbia piantato qui il primo albero di Arancio a Roma, e prende il nome di conseguenza.
Gli spazi verdi nel giardino sono ricchi di alberi di aranci, dove si trova un piacevole e ombreggiato punto di ristoro. La passerella conduce ad una terrazza con un panorama spettacolare di Roma. Il giardino può essere un posto tranquillo per riposare o leggere un libro, e se si arriva durante la ricreazione della vicina scuola elementare, potrete sedervi per assistere ad una partita di calcio in diretta!